In un giorno dove i protagonisti sono stati pensieri grigi mi è arrivato un messaggio da un amico speciale, solare e saggio:
“Charlie Chaplin raccontò al pubblico una storiella fantastica e tutti incominciarono a ridere
Charlie ripeté la stessa storiella e solo pochi risero
Ripeté di nuovo la stessa storiella e questa volta nessuno rise.
Allora disse queste parole stupende:

“Se non potete continuare a ridere per la stessa battuta, perché continuate a piangere per lo stesso problema?”

Godetevi ogni momento della vita..!! La vita è bella!
È sempre un buon giorno per raccogliere le sue 3 toccanti affermazioni:

(1) niente è permanente in questo mondo, nemmeno i dispiaceri;
(2) mi piace camminare sotto la pioggia, perché nessuno può vedere le mie lacrime;
(3) la giornata più sprecata della nostra vita è quella in cui non abbiamo riso.

Continua a sorridere e condividi questo messaggio con tutti quelli che vuoi veder sorridere! “

Devo ammettere che questo aneddoto non lo conoscevo proprio e nel leggerlo mi sono resa conto di quanto condivida le ultime affermazioni, della prima, invece, non sono molto sicura, soltanto il tempo, forse, può curare i dispiaceri.
Sono una ragazza introversa e anche a me, come afferma Charlie Chaplin, “piace camminare sotto la pioggia perché nessuno può vedere le mie lacrime”. Insomma non sono di quelle che riversano i loro problemi sugli altri, per attirare l’attenzione, o per essere davvero consolata perché quel dispiacere o dolore esiste sul serio ! Sono piuttosto una che preferisce tenere tutto dentro, poi anch’io cedo e devo condividere i miei momenti no con qualcuno, altrimenti esplodo!

Comments are closed.