Equitazione: può romperti le ossa, ma ti aggiusta il cuore

Non è sufficiente che un uomo sappia cavalcare, egli deve saper cadere

proverbio messicano

Le ossa possono rompersi al minimo impatto o caduta.
Con questo non voglio scoraggiarti prima di iniziare. Devi comunque metterlo in conto ed accettarlo come rischio. Magari non apparterrai ai “cavalieri acciaccati”, chi con costole incrinate, spalle lussate, nasi rotti, …, ma anche quelli bravi cadono.
Non avrei mai immaginato che mentre si monta il cavallo possa inciampare e cadere, ma ahimè succede ! In questo caso devi essere abbastanza fredda da gestire la situazione e lanciarti lontano dal tuo destriero.
Ricorda atterrare in piedi non sempre è meno pericoloso del cadere nel vero senso della parola; potrebbe compromettere caviglia e ginocchia.
Il trucco sta sempre nel cadere dissipando per quanto più possibile energia.
Tenendo conto di questi accorgimenti, BUONA CAVALCATA !

Precedente Le donne e l'amore: le "Cenerentola" e le donne a caccia Successivo Alimentazione dei cavalli: se integri c’è più gusto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.