Ogni lasciata è persa, ma …

Arrivi sulla piattaforma con un attimo di ritardo, tenti di raggiungere veloce il tuo vagone, la tua carrozza.
Per quanto ti affretti, le porte si chiudono, si libera nell’aria il consueto fischio che annuncia la partenza, i vagoni si muovono sempre più velocemente.
Non c’è nulla da fare: l’hai perso.

Potrai aspettare quello successivo per raggiungere la tua destinazione, ma sarà diverso, sia nel tempo, che nel modo. Le persone saranno diverse, certo pur sempre persone, ma non le stesse che avresti potuto, o dovuto, incontrare se fossi risucita a salire sul precedente.

Se qualcuno ti è sfuggito, non ti preoccupare, non è mai troppo tardi per recuperare e “Non è mai troppo tardi per essere quello che vuoi essere”.

Precedente Ecco il segreto della felicità ... Successivo Intrappolatati da una maschera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.