COVID-19: Una realtà surreale

La paura di un nome non fa altro che incrementare la paura della cosa stessa! – Hermione Granger – “Harry Potter”

L’unico modo per sfuggire alla condizione di prigioniero è capire come è fatta la prigione – Italo Calvino

 

“Questo non è il 1985. È il 1985 alternativo per te, per me, ma realtà per tutti gli altri.”

Se hai visto “Ritorno al futuro” più di una volta, ricorderai questa battuta.

Solo che nel 2020 che stiamo vivendo non è servita una macchina del tempo e qualche pasticcio del continuo spazio-temporale a cambiare tutto, ma solo il continuo, incessante e martellante terrorismo mediatico sul virus. Sono mesi ormai che si parla solo di questo. Il tg si apre col bollettino dei nuovi contagiati, dei morti, dei guariti. Insomma è un vero e proprio bollettino di guerra. Vengono dati a raffica i numeri, enfatizzando quelli dei contagiati, ma contagiati sono sia coloro che hanno appena contratto il virus, che coloro che ne stanno uscendo (con carica virale minore), che gli asintomatici.

In nome del virus si fa terrorismo, acuendo sempre di più la paura percepita, piuttosto che quella reale. Così maggiore è la paura, più la maggior parte della popolazione, come un automa, per ignoranza, per eccessiva fiducia ed affidabilità all’informazione di regime, segue senza fiatare le norme e le restrizioni imposte.

“Mantenere il distanziamento sociale”. Quante volte l’hanno ripetuto! Ma hai fatto attenzione ai termini usati, o per eccessivo timore percepito ti sei focalizzato solo su “distanziamento”?  La norma recita “distanziamento sociale”. “Sociale.” Come “sociale”?! semmai “fisico”, anche se nemmeno “fisico” si può sentire! L’uomo è un animale sociale, ha bisogno di relazioni, di contatti umani, di interagire con gli altri, di partecipare a momenti aggregativi e di confronto.

Così con questa imposizione accettata dai più, l’uomo sarà sempre più solo, perché solo non fa poi così tanta paura e si può distruggere facilmente.

Precedente Una libertà a metà Successivo Datemi una penna: notizie in…formazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.